Calendario Eventi
17/418/419/420/421/422/423/4
24/425/426/427/428/429/430/4
1/52/53/54/55/56/57/5
8/59/510/511/512/513/514/5
Muovi il mouse sulle date evidenziate e visualizza i link!
Milanofotografo.it
Sezione Svago e Cultura
HomeSezione FotografiaSezione servizi

Sandigliano (Biella)- Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone

Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone -  di interesse storico  di interesse artistico
Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone -  di interesse storico  di interesse artistico
Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone -  di interesse storico  di interesse artistico
Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone -  di interesse storico  di interesse artistico
Foto Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone -  di interesse storico  di interesse artistico
Lista delle cose da visitare nel Biellese:
Luoghi  di interesse storico  di interesse artistico nel Biellese: Chiesa di Santa Maria delle Grazie del BarazzoneLa Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone, altrimenti nota anche come Chiesa di Madonna di Loreto o semplicemente del Barazzone, si trova appena fuori dal paese, sulla strada per Candelo.
Essa è il risultato di un ampliamento secentesco di una originaria chiesa cinquecentesca più piccola e che si pensa coincidesse con la navata sinistra.
L'edificio attuale è interamente in mattoni a vista, con un corpo asimmetrico, dato che la parte destra, a causa di volumi diversi aggiunti sopra alle navate laterali, è più alta di quella sinistra. La facciata, in stile barocco e scandita verticalmente da lesene, in effetti, appare sottodimensionata rispetto al corpo della chiesa, dato che questi sporge lateralmente sopra alle due vele curvilinee della facciata.
A due ordini separati con un certa ricercatezza da una trabeazione classicheggiante, la facciata è arricchita nell'ordine inferiore da un piccolo portico davanti all'ingresso e nell'ordine superiore da una serliana affiancata da due nicchie vuote. All'apice un grande frontone.
In fondo al lato destro della chiesa è presente un campanile diviso in sei piani, con i due superiori dotati di due finestre su ogni lato.
A destra della chiesa, circa a filo con la facciata, è presente una colonna in pietra con all'apice una croce in ferro. Essa venne realizzata nel 1726.

L'interno della chiesa è reso luminoso sia dall'ampia finestratura della facciata, sia dall'intonaco bianco che copre gran parte delle superfici. Le tre navata sono separate da grossi pilastri dotati sulla faccia rivolta verso la navata centrale di una lesena che sale fino alla spessa trabeazione fra pareti e soffitto.
Tutte le coperture delle navate sono costituite da volte a crociera.
La chiesa è dotata di una sola cappella laterale, posta in fondo alla navata sinistra partendo dall'entrata e dedicata a San Rocco.
Vi sono poi i due absidi laterali, piuttosto ricercati nella loro struttura, con un'elaborata trabeazione fra pareti e volte e cornici in stucco a delimitare le lunette. Quello di sinistra si pensa coincida con l'abside della piccola chiesa rinascimentale. Sulla parete di fondo è presente un'affresco della Natività attribuito alla bottega di Daniele de Bosis (affresco quindi della prima parte del sedicesimo secolo) e una volta venerata in quanto ritenuta miracolosa. L'affresco è inquadrato da una cornice secentesca in legno dipinto aperta sul lato inferiore e recante ex voto dipinti all'interno di tondi. Si presume che tale cornice fosse l'ancona dell'altare della chiesa originaria.
L'abside laterale destro ospita invece un quadro molto rovinato di una Madonna in gloria circondata da angeli sullo sfondo di quello che potrebbe essere il Sacro Monte di Oropa. Esso si trova all'interno di una ricca cornice di legno intagliato e dorato.

L'abside maggiore è assai profondo in quanto il fondo poligonale è preceduta da un'area rettangolare ed è ancora più elaborato di quelli laterali, con la continuazione della trabeazione presente nella navata maggiore fra pareti e volta e lesene in corrispondenza degli spigoli della parte posteriore.
L'altare in marmi policroni venne realizzato nel 1784. Sulla parete di fondo è presente una pregevole ancona in legno intagliato e dorato decorata con motivi floreali e teste di cherubino, al centro della quale è presente una nicchia con all'interno una statua della Madonna.

Sulla controfacciata, infine, è presente una cantoria dotata di balaustra curvilinea decorata con elementi vegetali e floreali in stile barocco.

Categorie: Luoghi di interesse storico di interesse artistico


Via Dante Alighieri, 11, 13876 Madonnina BI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone: Foto nella sezione Fotografia
Sandigliano (Biella): Ancona barocca nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone
Sandigliano (Biella): Affresco della Natività nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone
Sandigliano (Biella): Chiesa di Santa Maria delle Grazie del Barazzone