Calendario Eventi
22/1123/1124/1125/1126/1127/1128/11
29/1130/111/122/123/124/125/12
6/127/128/129/1210/1211/1212/12
13/1214/1215/1216/1217/1218/1219/12
Muovi il mouse sulle date evidenziate e visualizza i link!
Milanofotografo.it
Sezione Svago e Cultura
HomeSezione FotografiaSezione servizi

Basilica di San Calimero

Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di San Calimero -  Chiese / Edifici religiosi
Visualizza un altro tesoro di arte e storia di Milano:
Milano - Chiese / Edifici religiosi: Basilica di San CalimeroPrincipali stili rappresentati: Barocco - Eclettico

La chiesa di San Calimero è di origine antichissime. Basti dire che il vescovo di Milano Lorenzo avviò un suo restauro alla fine del quinto secolo.
Essa sorgeva originariamente in un'area cimiteriale fuori dalle mura cittadine, lungo la via che portava a Roma. Ancora oggi il fianco destro dell'edifico contiene murate alcune lapidi funerarie, pagane e cristiane, provenienti dalla vecchia necropoli. La tradizione vuole che in tale cimitero fosse stato sepolto anche San Calimero.

Si narra che il vescovo Tommaso avesse dotato la basilica di un altare d'oro simile a quello presente ancora oggi nella Basilica di Sant'Ambrogio. Esso divenne purtroppo però preda dei soldati di Federico Barbarossa.

Nel 1567, al tempo della visita pastorale dell'arcivescovo San Carlo Borromeo, la chiesa si trovava ormai in cattive condizioni, dopo molti anni di decadenza. Seguì un restauro della chiesa, con il rifacimento anche della cripta e la sua decorazione con affreschi del Fiamminghino, ancora presenti.
Poco successivo un radicale rinnovamento per opera dell'architetto Richino.
Aggiunte e abbellimenti ebbero luogo nel diciottesimo secolo e a inizio del diciannovesimo (altare in stile neoclassico).

La Basilica di San Calimero venne però poi stravolta ad opera dell'architetto Angelo Colla fra il 1882 e il 1884. Secondo la moda di quel tempo, egli eliminò le testimonianze dell'intervento del Richini e le aggiunte successive, per tornare ad una pretesa purezza medioevale. Solo la cripta si salvò nel suo complesso.
Sono inoltre rimasti un piccolo affresco (Madonna fra due sante, XV secolo, attribuita a Cristoforo Moretti) sul lato destro del catino dell'abside, una Crocifissione del Cerano, e una Natività di Marco d'Oggiono, anche se modificata. Altri affreschi medievali si trovano nell'attigua sacrestia.

La chiesa, come si presenta ora, è in effetti esteticamente tutt'altro che disprezzabile. Essa è stata però ottenuta a prezzo di cancellare quasi tutti gli elementi antichi, sicuramente di molto maggior valore dal punto di vista storico artistico.
In questo senso San Calimero rappresenta un caso simile a quello della Basilica di Sant Eufemia.

Altre foto alla pagina Google+

Se sei interessato ad una visita guidata di questo monumento invia un'email!

Categorie: Chiese / Edifici religiosi


Via di S. Calimero 9/11 Milano