Calendario Eventi
18/919/920/921/922/923/924/9
25/926/927/928/929/930/91/10
2/103/104/105/106/107/108/10
9/1010/1011/1012/1013/1014/1015/10
Muovi il mouse sulle date evidenziate e visualizza i link!
Milanofotografo.it
Sezione Svago e Cultura
HomeSezione FotografiaSezione servizi

Besana in Brianza (Monza e Brianza): Villa Fossati

Foto Villa Fossati
Foto Villa Fossati
Foto Villa Fossati
Foto Villa Fossati
Foto Villa Fossati
Visualizza da visitare intorno a Milano:
Luoghi  di interesse storico intorno a Milano: Villa FossatiVilla Fossati si trova nella frazione Villa Raverio di Besana in Brianza, in località Rigola, isolata in mezzo alla campagna e in posizione lievemente rialzata.
Il suo interesse è soprattutto storico, in quanto nel 1890 fu acquistata da don Carlo San Martino che la trasformò in casa di cura climatica estiva per bambini poveri. Nel tempo il complesso venne ampliato e divenne sede scolastica.
Attualmente è la sede della Scuola Paritaria Don Carlo San Martino.

Il nucleo originario del complesso venne costruito da Giovanni Antonio Riva, che costruì anche l'annesso oratorio della Madonna della Neve (Fig. 5)
La villa divenne in seguito proprietà dei marchesi Fossati de Regibus che verso la metà del diciottesimo secolo la rinnovò in sobrie linee settecentesche già tendenti al neoclassico.
Nel corso del diciannovesimo secolo subentrarono i conti del Mayno, che nel 1890, come già accennato, la vendettero, insieme a tutti i terreni annessi, a don Carlo San Martino, fondatore dell'Istituto dei Figli della Provvidenza, che la destinò a luogo di cura per bambini poveri. Purtroppo questa encomiabile destinazione d'uso fu associata a modifiche e aggiunte non in linea dal punto di vista stilistico, che hanno causato notevoli guasti dal punto di vista storicoartistico.
Ancora nel diciannovesimo secolo venne aggiunto il blocco sud, su tre piani e disposto in direzione dell'oratorio. Tale ala venne realizzata in stile eclettico molto sobrio e in effetti si raccorda bene con la parte originaria.
Nel ventesimo secolo venne però poi realizzata un'ulteriore imponente ala, in direzione est, purtroppo per nulla in stile con il resto, ma al contrario in un asettico e triste stile modernista.
All'interno sono presenti alcune sale rilevanti: la biblioteca storica (Fig. 3) e le sale dei benefattori (sala rossa e verde, rispettivamente Fig. 4 e Figura grande). La sala verde ospita vari quadri di Stefano Stampa, pittore e scrittore figliastro di Alessandro Manzoni.

Di tipo eclettico neobarocco è la cancellata sagomata d'ingresso (forma concava della muratura e pilastroni centrali sormontati da vasi in molera), sul fondo di un vialetto che si distacca dalla strada comunale e si affianca alla testata dell'ala minore settecentesca riadattata a portineria.

Notevole il parco. La villa originaria vedeva la presenza solamente della sua parte ovest, caratterizzata da una struttura a terrazze artificiali e doveva essere disposto secondo schemi regolari, se non geometrici.
Già durante la proprietà del Mayno esso venne ampliato verso valle e rielaborato nelle forme più libere attuali.
Nel parco sono presenti numerose specie arboree, con vari esemplari di notevoli dimensioni.

L'oratorio della Madonna della Neve, separato dal corpo principale della villa, è posto al qualche decina di metri da esso, all'interno del parco.
In esso sono tumulati i resti di Teresa Borri (coniugata Stampa in prime nozze), seconda moglie di Alessandro Manzoni.
Dopo un periodo di abbandono è stato di recente restaurato. La facciata (Fig. 5) è sobria e semplice, ma non priva di eleganza. Sulla sommità un grande frontone con all'interno lo stemma dei Riva-Finoli in pietra di forme barocche, con volute decorative.
L'interno, ad aula unica, non è privo di qualche elemento di ricercatezza: il presbiterio è separato dalla navata da una balaustra in marmi policromi e l'altare è sovrastato da una grande ancona lignea decorata con teste di cherubino e di leone, elementi vegetali e geometrici e con al centro una grande pala d'altare raffigurante una Madonna con Bambino. Ai lati due statue in legno intagliato, di San Rocco a sinistra e a destra di un altro santo.

Vedere anche:
I VOLTI E L’OPERA, DALLE ORIGINI AD OGGI
Rigola in prima linea durante la manifestazione “Ville aperte in Brianza”

Categorie: Luoghi di interesse storico


Via Giacomo Leopardi, 59 Besana In Brianza MB, Italia
Foto aggiuntive della Villa Fossati nella sezione Fotografia
Besana in Brianza (Monza e Brianza): Parco di Villa Fossati