Calendario Eventi
30/91/102/103/104/105/106/10
7/108/109/1010/1011/1012/1013/10
14/1015/1016/1017/1018/1019/1020/10
21/1022/1023/1024/1025/1026/1027/10
Muovi il mouse sulle date evidenziate e visualizza i link!
Milanofotografo.it
Sezione Svago e Cultura
HomeSezione FotografiaSezione servizi

Canzo (Como): Basilica di Santo Stefano

Foto Basilica di Santo Stefano
Foto Basilica di Santo Stefano
Foto Basilica di Santo Stefano
Foto Basilica di Santo Stefano
Foto Basilica di Santo Stefano
Visualizza da visitare intorno a Milano:
Luoghi  di interesse storico  di interesse artistico intorno a Milano: Basilica di Santo StefanoIl nome esatto della chiesa è Basilica prepositurale di Santo Stefano Protomartire. Le sue origini sono molto antiche e già nel tredicesimo secolo esisteva sul sito una cappella. La chiesa attuale, che prese il posto di una precedente edificio costruito in epoca tardomedievale, nel 1398, venne costruita fra il 1728 e il 1752. Nel 1569 divenne chiesa parrocchiale.
Il campanile venne aggiunto nel 1819, in concomitanza con il restaruo della facciata. Inizialmente dovevano essere due, disposti in maniera simmetrica, ma per motivi economici si rinunciò al secondo.
La decorazione pittorica degli interni venne portata a termine solo nel 1925, quando il pittore Albertella realizzò la maggior parte degli affreschi della la volta della navata e delle pareti degli altari laterali.

Esternamente la chiesa si caratterizza per la sua facciata a due ordini squisitamente barocca, che alterna superfici concave a superfici convesse. I due ordini, separati da una spessa cornice che si ripete poi in corrispondenza del bordo superiore del secondo ordine, sono scanditi verticalmente da larghe lesene.
Nell'ordine inferiore sono presenti tre ingressi, uno centrale più grande e due laterali. Tutti e tre sono dotati di portale, più ricco quello dell'ingresso centrale, più semplici quelli degli ingressi laterali.
Nell'ordine superiore si trovano, al centro, una finestra rettangolare e, ai lati, due nicchie contenenti le statue di Santo Stefano (a sinistra) e del Beato Miro (a destra). Sia la finestra che le nicchie si trovano all'interno di ricche cornici di stile barocco.
Superiorermente la facciata termina con un frontone curvo barocco con al centro la dedica a Dio, a Santo Stefano e al Beato Miro.
In effetti si nota che il campanile non è bene in stile con il resto, anche se le sue ridotte dimensioni mascherano la dissonanza stilistica.
L'interno è a navata unica. La struttura spaziale dell'interno è però resa più sfuggente dal fatto che le due cappelle laterali per lato sono assai larghe e sono poste alle estremità della navata, con la zona fra di esse molto maggiore di quella che le separa dall'ingresso e dal presbiterio, così a suggerire quasi la presenza di due transetti. Tale effetto è accentuato dal fatto che il soffitto della navata è più basso che fra le coppie di cappelle, in cui si alza a creare quasi delle vere e proprie cupole.
Le pareti laterali fra le cappelle sono occupate alla base da grandi confessionali in marmo sopra i quali, dietro a balaustre in marmo policromo, si trovano due organi.
La volta è decorata dalla prima campata verso il presbiterio con gli affreschi: l’Ordinazione di santo Stefano, Gesù cammina sulle acque e il Martirio di santo Stefano.
La chiesa possiede due cappelle laterali per lato. Tutte le cappelle presentano uguale struttura: profondità media, volta a botte, balaustra in marmi policromi a dividerla dalla navata, altare e ancona in marmi policromi con decorazioni dorate e pareti laterali affrescate. I marmi utilizzati sono essenzialmente rossi e neri.
Partendo dall'ingresso, sulla sinistra si ha:
Cappella di San Bernardo: La statua raffigurante il santo, raffigurato nell'atto di schiacciare il demonio, è di Elia Vincenzo Buzzi. La decorazione pittorica è costituita da due dipinti: i Santi Rocco e Miro e il Battesimo di Cristo.
Cappella della Madonna del Rosario, come testimoniato dalla statua del 1761, opera anche essa di Elia Vincenzo Buzzi, presente nella grande nicchia al centro dell'ancona. Gli affreschi sulle pareti laterali rappresentano la Sacra Famiglia (a destra) ed il Martirio di Sant’Agnese.
Sulla destra si ha invece:
Cappella del Crocifisso: Contiene un crocifisso ligneo cinquecentesco. Nella parte inferiore dell’altare è stato collocato un affresco staccato raffigurante il busto di una Santa. Completano la decorazione della cappella due affreschi sulle pareti laterali: Sant’Antonio Maria Zaccaria (a destra) e San Francesco d’Assisi (a sinistra).
Cappella di Sant'Antonio Abate: Ospita la statua di Sant’Antonio Abate realizzata anche essa da Elia Vincenzo Buzzi nel 1767; le pareti sono ornate con riquadri affrescati: San Luigi Gonzaga riceve la prima comunione da Carlo Borromeo e Il Curato d’Ars con santa Teresa del Bambin Gesù.
Il presbiterio è decorato con numerosi affreschi: Cena in Emmaus e Elia e l’Angelo sulle pareti, Gloria di santo Stefano sulla volta, affresco del diciottesimo secolo circondato da vele con i quattro evangelisti. L’abside, con volta decorata con affresco raffigurante la Trinità (affresco anche esso del diciottesimo secolo), presenta alle pareti tre tele secentesche raffiguranti San Carlo Borromeo, San Pietro e San Paolo. La parte inferiore delle pareti dell'abside è occupata dagli stalli del coro ligneo.
L'altare maggiore è in marmi policromi ed è sovrastato da un'edicola poligonale poggiante su otto colonnine in marmo rosso.
Degne di nota sono le numerose decorazioni a stucco dorate che impreziosiscono l'interno della chiesa in molti punti e che sono particolarmente ricche in corrispondenza del vertice dell'arcone.
L'organo della Basilica appartiene alla rinomata serie uscita dalla bottega dei fratelli Serassi di Bergamo.
Belli anche i due pulpiti in marmi policromi in stile con gli altari della chiesa e posti ai lati dell'ingresso del presbiterio.

Vedere anche:
Chiesa di S. Stefano sul sito web del Comune di Canzo
Chiesa di S. Stefano su triangololariano.it

Categorie: Luoghi di interesse storico di interesse artistico


Via Chiesa, 38, 22035 Canzo CO
Foto aggiuntive della Basilica di Santo Stefano nella sezione Fotografia
Canzo (Como): Decorazioni a stucco all'apice dell'arco trionfale della Basilica di Santo Stefano