Calendario Eventi
28/1129/1130/111/122/123/124/12
5/126/127/128/129/1210/1211/12
12/1213/1214/1215/1216/1217/1218/12
19/1220/1221/1222/1223/1224/1225/12
Muovi il mouse sulle date evidenziate e visualizza i link!
Milanofotografo.it
Sezione Svago e Cultura
HomeSezione FotografiaSezione servizi

Basilica di Sant'Eustorgio

Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Foto Basilica di Sant'Eustorgio -  Chiese / Edifici religiosi
Visualizza un altro tesoro di arte e storia di Milano:
Milano - Chiese / Edifici religiosi: Basilica di Sant'EustorgioPrincipali stili rappresentati: Romanico

La Basilica di Sant Eustorgio è uno dei più importanti monumenti milanesi e, malgrado spoliazioni e manomissioni conserva un vastissimo patrimonio artistico tale da poter essere considerata un ricco museo, oltre che un edificio di culto.
La basilica è caratterizzata oggi da un aspetto sostanzialmente due-trecentesco, recuperato e messo in evidenza dai restauri della seconda metà del secolo scorso.

STORIA
I resti di epoca romana venuti alla luce nel corso degli scavi del 1959 hanno dimostrato che la chiesa venne costruita sopra o in corrispondenza di un cimitero pagano e poi paleocristiano.
La tradizione vuole che fu fatta costruire dal vescovo Eustorgio per custodire le sacre reliquie dei Re Magi, dopo che il carro che doveva portarle nella cattedrale non riusciva più ad avanzare. Secondo alcuni studiosi, invece, essa sarebbe stata costruita più tardi, nel sesto secolo, all'epoca del vescovo Eustrogio II.
I primi documenti contenti notizie sulla basilica risalgono comunque all'ottavo secolo, mentre i primi resti individuati risalgono addirittura all'undicesimo.
Quello che è quasi certo è che la storia dei Re Magi sia solo una leggenda e che la basilica non abbia mai realmente ospitato i loro resti. Nessun documento antecedente alla distruzione di Milano da parte di Federico Barbarossa nel 1162 ne parla, ne essi vennero mai celebrati prima del 1336 quando Azzone Visconti istituì la loro celebrazione.
Della prima chiesa paleocristiana rimangono i resti dell'abside visibili sul fondo della chiesa, sotto l'abside attuale, rialzato e non visitabile. Quest'ultimo è invece di epoca romanica.
E' pressoché impossibile riassumere le modifiche apportate all'interno della chiesa fino agli inizi del tredicesimo secolo, sia per la mancanza di documenti, sia perché essi furono troppe per poter essere ricostruite sulla base di indagini archeologiche.
Fino al 1220 la Basilica di Sant'Eustorgio, che ai tempi sorgeva in campagna quasi isolata, vide la presenza di un numero molto ridotto di canonici. La chiesa era comunque resa importante dal fatto di sorgere lungo la strada che collegava Milano con Pavia, che ai tempi era importante quanto Milano.
Nel 1220 la basilica venne affidata al neonato ordine dei Domenicani che costruirono a fianco ad essa un convento. Nel 1234 quest'ultimo divenne sede del Tribunale dell'Inquinsizione.
Nel 1233 venne assegnato al Convento di Sant'Eustorgio il frate Pietro da Verona. Questi acquistò grande celebrità per la






La Basilica di Sant Eustorgio venne Probabilmente fondata nel secolo IV. La tradizione vuole che fu fatta costruire dal vescovo Eustorgio per custodire le sacre reliquie dei Re Magi, dopo che il carro che doveva portarle nella cattedrale non riusciva più ad avanzare. Il campanile, in luogo della croce sommitale, è sormontato dalla stella a otto punte che li guidò fino a Betlemme, in loro memoria
In origine essa si trovava fuori dalle mura cittadine.
Quando Federico Barbarossa saccheggiò la città le reliquie furono portate in Germania, dove rimasero fino all'inizio del ventesimo secolo.

Dal 1200 La Basilica di Sant Eustorgio divenne la sede principale dell'Ordine domenicano a Milano. La facciata è frutto di un rifacimento del XIX secolo.
L'interno comprende tre navate coperte da volte a crociera. Alla struttura romanica iniziale furono aggiunte successivamente sul lato destro varie cappelle: la prima, la cappella Brivio, del XV secolo, contiene un sepolcro rinascimentale ed un trittico di Bergognone, mentre le ultime tre, trecentesche, sono ornate da affreschi di scuola giottesca e da tombe marmoree di esponenti di diversi rami della famiglia Visconti.

L'altare maggiore è sopraelevato ed è costituito da un imponente polittico marmoreo di inizio XV secolo. Significativo anche il Crocifisso su tavola, opera di un pittore veneto del XIII secolo. Un altro polittico marmoreo è collocato nel transetto destro, vicino al sarcofago paleocristiano dei Re Magi. Tra le opere più tarde si segnala una pala d'altare con Sant'Ambrogio a cavallo che sconfigge Ario di Ambrogio Figino di fine XVI secolo.

La Basilica di Sant Eustorgio contiene poi anche la bellissima Cappella Portinari. A causa della sua bellezze, delle sue dimensioni e del fatto che per visitarla bisogna pagare un apposito bieglietto, ad essa è stata dedicata una pagina separata.

La basilica contiene anche resti paleocristiani.

Altre foto visibili alle pagine Sant Eustorgio Google+ 1 e Sant Eustorgio Google+ 2

Per gli interessati, proponiamo anche la visita guidata di Sant Eustorgio.

Se sei interessato ad una visita guidata di questo monumento invia un'email!

Categorie: Chiese / Edifici religiosi


Piazza Sant Eustorgio, 20122 Milano